Come Allenare le Braccia

Avere braccia toniche e ben definite è uno degli obiettivi principali dell’uomo che vuole essere in forma per sfoderare un “fisico bestiale” a partire dagli arti superiori.

Per raggiungere questi risultati è necessario un ottimo esercizio fisico, e grazie alle seguenti semplici 4 mosse, in breve tempo i risultati saranno presto a portata di “braccio”. E’ consigliabile cominciare effettuando 2 serie da 10 ripetizioni, aumentando il peso settimana dopo settimana. Per le donne è invece consigliabile seguire questi esercizi.

Curl con bilanciere – Muscoli interessati: bicipiti, avambracci
In piedi, con le braccia aperte all’altezza della spalle e i palmi delle mani rivolti verso l’alto, impugnate un bilanciere. Partendo dall’altezza delle gambe, portate le braccia in alto fino al petto, poi espirate e lentamente ritornate nella posizione iniziale.
Bicipiti e avambracci, in costante tensione, si svilupperanno; fate attenzione però a effettuare un breve allenamento iniziale, senza aggiungere quindi alcun peso al bilanciere, per non ledere le articolazioni.

Curl con manubri su panca inclinata – Muscoli interessati: bicipiti, avambracci
Seduti su una panca con schienale a 45 gradi, e con un manubrio per ogni braccio, partite dalla posizione con le braccia che penzolano lungo il corpo. Piegate le braccia tenendo i gomiti fermi, espirate e ritornate alla posizione iniziale.
Controllo delle contrazioni e volume delle braccia in tal modo verranno aumentati.

Curl al cavo basso – Muscoli interessati: bicipiti, avambracci
Attaccate una sbarra dritta al cavo inferiore della macchina dei cavi. In piedi, ma con le gambe leggermente piegate, impugnate l’attrezzo con i palmi rivolti vero l’alto; piegate le braccia fino al petto, espirate e ritornate verso la posizione di partenza inspirando.
I bicipiti verranno stimolati in maniera positiva e in una posizione differente.

French press con bilanciere – Muscoli interessati: tricipiti
Distesi sulla panca, impugnate un bilanciere con i palmi delle mani rivolti verso il basso. Partendo dalla posizione iniziale con le braccia perpendicolari al tronco, e utilizzando soltanto gli avambracci, piegate le braccia il più possibile. Dopo aver inspirato, stendi nuovamente le braccia nella posizione di partenza. In tal modo il volume del braccio aumenterà considerevolmente, e allo stesso modo anche la stabilità della spalla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *